Vai al menù principale Vai al menù secondario Vai ai contenuti Vai a fondo pagina
Istituto Comprensivo Randi di Ravenna (RA)
ISTITUTO COMPRENSIVO
"RANDI"
Via Marconi, 9/15 - 48124 Ravenna (RA) - Tel. 0544 405525
E-mail: RAIC82600Q@istruzione.it - PEC: RAIC82600Q@pec.istruzione.it
Istituto Comprensivo Randi di Ravenna (RA)
Istituto Comprensivo Randi di Ravenna (RA)
ISTITUTO COMPRENSIVO
"RANDI"
Amministrazione Trasparente
Amministrazione Trasparente
Albo Pretorio Online
Albo Pretorio Online
Presentazione
Documenti della Scuola
Attività e Progetti
Bacheca d'istituto
Servizi Online e Modulistica
Varie

Scuola primaria Randi

Scuola Primaria "Randi"

SPAZI - LABORATORI - EVENTI

La scuola primaria Vincenzo Randi si trova nei pressi della sede della questura di Ravenna e di alcuni uffici comunali, non lontano dalla biblioteca per bambini Casa Vignuzzi. E' un edificio degli anni '70, circondato da un ampio parco. E' dotata di due ingressi vigilati: il primo su Via Marconi n. 15 per l'accesso degli alunni della scuola seondaria di primo grado, del personale e del pubblico; il secondo su Via Marzabotto n. 10 per entrata e uscita degli alunni della scuola primaria.. L'edificio si sviluppa su due piani, è privo di barriere architettoniche e nell'ala sinistra è dotato di ascensore.

ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA

Organizzazione delle classi:

  • 10 classi a tempo pieno con 40 ore settimanali di cui 5 di mensa, l'orario è organizzato su 5 giorni, dal lunedì al venerdì
  • 5 classi a tempo normale, l'orario è organizzato su 6 giorni, dal lunedì al sabato

Organizzazione flessibile - Formazione di gruppi di alunni anche di classi diverse per attività laboratoriali finalizzate al:

  • recupero e/o consolidamento
  • attività alternativa all'IRC
  • attività manipolative

SERVIZI

La sede scolastica è facilmente raggiungibile con gli autobus di linea. Iniziativa Pedibus: è un progetto ormi consolidato, organizzato dal Comune di Ravenna, che consente alle famiglie di affidare i propri figli ad un gruppo di genitori volontari, affinché questi li accompagnino nel tragitto casa scuola e viceversa. Mensa: servizio a domanda delle famiglie, è gestito dal Comune di Ravenna Pre-post scuola: servizio a domanda delle famiglie - gestito dal Comune di Ravenna - per l'accoglienza dei bambini e delle bambine nelle fasce orarie: 7.30-8.30; 12.30-14.00; 16.30-18.00.

CARATTERISTICHE STRUTTURALI E ATTREZZATURE DIDATTICHIE

Un ampio cortile verde - 21 aule - una sala mensa con cucina - un laboratorio di scienze - una piccola aula per attività musicali - un'aula per l' attività psicomotoria, una sala teatro, 3 box per attività laboratoriali e curriculari - 4 piccole aule per attività rivolte a bimbi portatori di handicap o utili per il recupero e consolidamento curriculare di piccoli gruppi di alunni - una palestra - una biblioteca scolastica per alunni - una biblioteca magistrale - materiali audiovisivi e uno scaffale multiculturale.



SPAZI

Aule

Attualmente la nostra scuola possiede 21 aule abbastanza ampie, luminose ed accoglienti, dotate di computer con stampanti e LIM. Nelle aule gli alunni svolgono le lezioni, spesso sono organizzati in piccoli gruppi di livello e/o a porte aperte.

Atrio/Corridoi/Box

L'atrio è accogliente e luminoso perché riceve luce sia dalle vetrate delle porte di entrata che dal cortiletto interno. Alle pareti sono appese alcune opere realizzate dalle classi vincitrici di concorsi e una bacheca in cui sono affisse le informazioni rivolte alle famiglie. I corridoi sono molto ampi e comprendono una struttura in legno attrezzata dove i ragazzi vengono riuniti per svolgere attività specifiche.

Area Cortilizia

Quest'area possiede un ampio giardino alberato che si sviluppa principamente sul lato sinistro della scuola e viene utilizzato, durante le ricreazioni, soprattutto dalle classi a tempo pieno.

Cucina

L'edificio dispone di uno spazio cucina attrezzato dalla ditta CAMST di Ravenna. Vi lavora un'equipe di 8 persone che si occupano di preparare e servire i pasti. Il menu viene esposto settimanalmente all'ingresso in via Marconi e in via Marzabotto.

Palestra

Ampia, dotata di bagni e spogliatoi, ha un magazzino dove vengono riposti gli attrezzi sportivi. Alle pareti sono presenti delle strutture fisse quali: spalliere svedesi, pali per arrampicarsi e due canestri. Ad ogni inizio di anno scolastico le insegnanti completano un orario che consente a tutte le classi di accedere alla palestra in modo organizzato e regolare.



Aula di Musica

E' una delle aule più piccole del plesso. E' dotata di molti strumenti come piatti, tamburi, cembali, maracas, legnetti e possiede una buona raccolta di materiale sonoro. Non presenta banchi, ma ha un immenso tappeto sul quale ci si può sedere comodamente. A causa delle dimensioni ristrette, con un intero gruppo classe è possibile svolgervi attività ritmiche, di sonorizzazione e di ascolto, ma non di movimento

Aula di Scienze

E' un'aula ampia, attrezzata di sussidi, ausili e materiali per migliorare la qualità delle lezioni da svolgere col gruppo classe.

Aula Teatro

Sala ampia e luminosa utilizzata per verifiche di laboratori teatrali e musicali, per l'accoglienza dei bambini iscritti al pre elo post scuola, per assemblee di genitori di più classi, per le riunioni dei docenti, per corsi di formazione e aggiornamento del personale. E' utilizzata anche da enti esterni per la realizzazione di corsi di formazione, seminari.

Aula Insegnanti

E' uno spazio che le insegnanti utilizzano per consultare sussidi, leggere circolari, avere uno scambio e un confronto con i colleghi, riporre in appositi cassetti i propri materiali. L'ambiente è luminoso, dotato di due computer, di una stampante e di un fotocopiatore. Qui vengono raccolte le riviste pedagogico didattiche, i materiali e i sussidi per le insegnanti di sostegno e lo scaffale multiculturale. Ogni sussidio è inventariato e i prestiti alle insegnanti vengono registrati su appositi registri. E' dotata di apposite cassettiere per i docenti del plesso.



LABORATORI

Le attività laboratoriali vengono condotte dai docenti, a volte con la collaborazione di esperti delle agenzie culturali e formative del territorio. Gli insegnanti operano scelte legate alla loro programmazione di classe e scelgono i contenuti da approfondire.

FARE STORIA CON LA STORIA

Le attività laboratoriali sono parte integrante e privilegiata dello sviluppo della programmazione di ogni classe in ambito storico e artistico. Lo studio della storia locale, la valorizzazione del nostro territorio, la presenza di uno spazio adeguatamente attrezzato, e la metodologia adottata nello sviluppo delle attività laboratoriali motivano la scelta di aderire alle proposte formative del museo didattico di S.Pietro in Campiano. Presso la struttura museale, gli alunni sono guidati dagli esperti e dacli insegnanti, nelle osservazioni e in attività ludico - didattiche e manipolative volte alla ricostruzione delle abitudini, degli usi e dei costumi della vita del passato. Gli argomenti trattati e le osservazioni emerse sono poi ripresi e approfonditi in classe.

EDUCAZIONE MOTORIA

L'insegnamento dell'educazione motoria nella scuola primaria rappresenta una risorsa educativa in quanto favorisce il benessere psicofisico del singolo individuo attraverso i valori della responsabilità, della cooperazionee della solidarietà; le attività, ludiche e non, diventano un momento di conquista, di autonomia personale e di gratificazione che possono contribuire al miglioramento dell'autostima. E' da questo presupposto educativo che scaturisce la collaborazione con le agenzie presenti sul territorio.Esse, all'inizio di ogni anno scolastico, predispongono e propongono progetti che promuovono la pratica motoria e sportiva con l'obiettivo di valorizzare le capacità di ognuno e di diffondere un corretto stile di vita, senza l'imperativo categorico della vittoria a tutti i costi.

CONVIVENZA CIVILE

Le esperienze didattiche relative alla Convivenza Civile coinvolgono gli alunni in diverse tipologie di attività, fra cui laboratori e lezioni condotte da esperti. La progettazione all'interno dell'area "educazione alla convivenza civile" nasce dall'esigenza di educare gli alunni/e al rispetto di se stessi, degli altri e dell'ambiente nel quale viviamo, di sviluppare il senso di legalità e responsabilità nella condivisione di regole e valori che stanno alla base della convivenza civile, sollecitando in loro la costruzione di un'identità che li porti a pensare ed agire in un'ottica sociale di appartenenza e solidarietà. La scuola rappresenta un luogo primario di socializzazione e costruzione della cittadinanza attiva; essa è per i ragazzi/e un importante laboratorio relazionale ed uno dei più importanti contesti di interazione, partecipazione e crescita. Imparare a vivere insieme e a rapportarsi all'interno della scuola è il presupposto fondamentale per diventare cittadini consapevoli e sviluppare buone prassi di convivenza.

SCACCHI:UN GIOCO PER CRESCERE

Da diversi anni il gioco degli scacchi viene proposto a partire dalle classi terze. Gli esperti istruttori della Lega Scacchi UISP guidano gli alunni alla conoscenza o all'approfondimento di questo gioco che agisce positivamente sullo sviluppo della mente, della personalità, del comportamento e dell'autonomia sociale. Durante l'esperienza gli allievi hanno prodotto materiale di svariato genere come, ad esempio, cartellonistica con disegni e foto, scacchiere, raccolta di appunti che spiegano le regole di base. Molto forte e sentita è stata altresi la forma di verifica degli apprendimenti, attraverso tornei di classe, o fra classi dello stesso plesso o tra classi di istituti diversi. Il tutto si svolge in un clima di sana competizione, educando i partecipanti al gioco di squadra, al rispetto del silenzio e delle regole.

ATTRAVERSO IL DIALOGO

Nel 2001 è nato il progetto "Attraverso il dialogo" finalizzato allo sviluppo di strategie e metodologie didattiche per l'accoglienza e l'integrazione degli alunni di cittadinanza non italiana. L'attività di prima accoglienza, di socializzazione e di valorizzazione delle "culture altre" viene attuata dai docenti mediante percorsi didattici mirati. Fondamentale è la figura del mediatore linguistico e culturale, assegnato alle scuole dalla Casa delle Culture, ente del Comune di Ravenna. Il mediatore comunica in lingua madre con l'alunno neoarrivato, monitora le competenze generali pregresse dell'alunno nella sua lingua madre, e riferisce agli insegnanti considerazioni preziose sulle competenze pregresse del bambino.


Servizio Tecnico I.C. Randi ©

Permalink: primaria randiData di pubblicazione: 27/09/2013
Tag: Scuola primaria RandiData ultima modifica: 28/06/2019 16:28:49
Visualizzazioni: 11127 
Top news: NoPrimo piano: No

 Feed RSSStampa la pagina 
HTML5+CSS3
Copyright © 2007/2022 by www.massimolenzi.com - Credits
Utenti connessi: 4696
N. visitatori: 6137526