Vai al menù principale Vai al menù secondario Vai ai contenuti Vai a fondo pagina
Istituto Comprensivo Randi di Ravenna (RA)
ISTITUTO COMPRENSIVO
"RANDI"
Via Marconi, 9/15 - 48124 Ravenna (RA) - Tel. 0544 405525
E-mail: RAIC82600Q@istruzione.it - PEC: RAIC82600Q@pec.istruzione.it
Istituto Comprensivo Randi di Ravenna (RA)
Istituto Comprensivo Randi di Ravenna (RA)
ISTITUTO COMPRENSIVO
"RANDI"
Scuola secondaria Randi

Scuola Secondaria 1^ grado V. Randi

LA SCUOLA

La Scuola Secondaria di 1° grado V. Randi, nasce come ampliamento dell'omonima Scuola Primaria a seguito della L. 111/2011 e sorge nell'edificio di recente costruzione adiacente alla scuola stessa. Il suo ingresso principale è su via Marconi n°15 ed è indipendente da quello della Scuola Primaria, ma è ad essa collegata internamente per condividere alcuni servizi quali la Direzione didattica, la palestra e il teatro. Si compone di 14 aule distribuite su due piani, oltre ad altri spazi didattici necessari per creare un ambiente di apprendimento efficace. La struttura è priva di barriere architettoniche, è dotata di un ascensore e si raggiunge agevolmente con gli autobus di linea.

SPAZI E ATTREZZATURE DIDATTICHE

La scuola possiede un grande giardino alberato, dove gli alunni possono trascorrere la ricreazione nel periodo primaverile e un atrio spazioso che riceve luce dalle ampie vetrate dell'ingresso. Le aule sono anch'esse ampie, luminose e accoglienti, dotate di appositi box per gli alunni, dove poter riporre il materiale scolastico, e di LIM con un computer portatile. Sono presenti inoltre aule polivalenti adibite ad attività laboratoriali, di didattica inclusiva e al ricevimento dei genitori.

Il laboratorio multimediale non è ancora adeguatamente attrezzato, ma è in via di allestimento perché è in corso l'acquisto degli strumenti necessari, grazie ai fondi PON 2014-2020 cui il nostro Istituto ha avuto accesso, in seguito al buon esito della partecipazione al bando Progetto PON/FESR Prot.n. AOODGEFID/9035 Roma, 13 luglio. È presente anche l'aula insegnanti dotata di 2 computer collegati ad una stampante, e di box dove i docenti ripongono i propri materiali .

La palestra, di grandi dimensioni, è dotata di bagni, spogliatoi e un magazzino dove vengono riposti gli attrezzi sportivi. Alle pareti sono presenti delle strutture fisse quali: spalliere svedesi, pali per arrampicarsi e due canestri. Il teatro è un'ampia sala per eventi musicali e teatrali, per le riunioni dei docenti, dei genitori, per corsi di formazione dei docenti e del personale. È utilizzata anche da enti esterni per la realizzazione di corsi di formazione, seminari



ATTIVITA', PROGETTI CURRICOLARI ED EXTRACURRICOLARI

Continuità e Orientamento

La Scuola Secondaria di primo grado V. Randi, unitamente all'intero Istituto "mediante momenti di raccordo pedagogico, curricolare e organizzativo fra i tre ordini di scuola, promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per assicurare agli alunni il positivo conseguimento delle finalità dell'istruzione obbligatoria". L'orientamento scolastico, oltre ad essere una necessità avvertita come impellente dalle famiglie degli alunni, è un preciso obbligo sancito da numerosi provvedimenti legislativi. Emerge quindi il dovere da parte della Scuola di svolgere un'azione orientativa nei confronti degli alunni, volta ad una migliore conoscenza da parte dell'alunno, delle proprie inclinazioni, attitudini, desideri e aspettative, per una maggior consapevolezza nella scelta degli studi da intraprendere al termine della Scuola media.

Inclusione

L'inclusione scolastica, quale essenziale e insostituibile fattore di sviluppo degli alunni e con disabilità, si realizza all'interno della scuola attraverso un progetto che adotta strategie generali di impostazione del processo, e strategie specifiche, centrate sulla realtà personale, sulle proprie capacità e risorse, all'interno di un processo volto alla valorizzazione delle autenticità dei singoli, alla rimozione delle barriere negli apprendimenti e alla partecipazione attiva dell'alunno, in riferimento al contesto evolutivo.

Alunni Stranieri

L'istituzione scolastica, nell'ambito di una educazione interculturale, promuove il dialogo e la convivenza costruttiva tra soggetti appartenenti a culture diverse. Tutto ciò avviene concentrandosi sull'alunno straniero, indagando il suo approccio, le sue difficoltà e aspettative e valorizzando l'insegnamento della Lingua italiana L2 in particolare per gli studenti di recente immigrazione, al fine di assicurare il benessere scolastico inteso come star bene con sé e con gli altri.

Arte e storia col territorio

Lo studio della Storia Locale, all'interno del curricolo di formazione storica, consente agli studenti di conoscere il passato del territorio in cui vivono, di capire l'intreccio tra storia locale, storia nazionale e storia sovranazionale, di comprendere il rapporto tra il presente e il passato delle realtà locali nelle quali si inseriranno come cittadini. Infine arricchirà il curricolo di storia generale di esperienze centrate su fonti differenti (fonti archeologiche, musicali, architettoniche, archivistiche, iconiche...) Tutto ciò contribuisce a rendere consapevoli gli alunni del valore conoscitivo dei beni culturali e ambientali del proprio territorio e delle istituzioni predisposte a studiarle e tutelarle.



Educazione alla convivenza civile

L'espressione "Convivenza civile", qualifica l'intero percorso didattico e formativo della scuola per la quale l'educazione alla salute, all'affettività, alla cittadinanza unitamente a quelle alimentare, ambientale e stradale, sono componenti fondamentali dell'educazione alla convivenza che deve essere promossa e valorizzata in tutti i percorsi scolastici in quanto formazione trasversale e riferimento ideale per tutte le altre discipline. Si tratta di esperienze educative che contribuiscono alla formazione della personalità dell'alunno attraverso la conoscenza e la consapevolezza della propria identità corporea, del rispetto di se stessi, degli altri e dell'ambiente nel quale viviamo, e che si propongono di sviluppare il senso di responsabilità nella condivisione di regole e valori che stanno alla base della convivenza civile.

Attività Motorie e Sportive

Lo sport e l'educazione al movimento sono diritti del cittadino sanciti dalla Comunità Europea e sono indicatori di qualità della vita in tutti i paesi moderni. Il progetto sportivo prevede nell'attività curricolare di migliorare le qualità fisiche, lavorando anche sulle specialità di alcune discipline sportive (Mini basket, Mini volley, Scherma ecc...)



Dispersione

La dispersione è anche, e spesso prima di tutto, forma d'insuccesso scolastico, che si verifica quando gli studenti non riescono a dispiegare pienamente il loro potenziale d'apprendimento, soddisfacendo i propri bisogni formativi. In moltissimi casi il distacco dalla scuola non si consuma con l'abbandono, ma con la disaffezione, disinteresse, demotivazione, noia, disturbi comportamentali. Una delle finalità in cui la Scuola intende investire le proprie risorse, è creare le condizioni di benessere psico - fisico - intellettuale volte a prevenire il fenomeno della dispersione scolastica.

Educazione Ambientale

L'informazione ambientale sugli effetti che ogni nostra azione produce sull'ambiente è fondamentale per creare una coscienza ambientalista: che non significa essere contro lo sviluppo economico o il progresso scientifico, significa essere per uno sviluppo rispettoso dell'ambiente che ci ospita per prevenire gli effetti che tutti conosciamo: inquinamento, effetto serra, deforestazione, buco dell'ozono per citarne solo alcuni. Quindi oggi, più che mai, gli sforzi maggiori vanno dedicati alla comunicazione ambientale e all'educazione ambientale a bambini e ragazzi delle scuole affinché possano diventare cittadini consapevoli delle proprie azioni in un contesto rispettoso della terra.

Educazione Scientifica

L'educazione scientifica è pensata per promuovere didattica laboratoriale basata sull'investigazione nell'insegnamento delle scienze, non come un enunciato teorico ma con proposte pratiche innovative, diversificate per contenuti, metodologie, strumenti e livelli di competenza. L'obiettivo finale è quello di partire dall'esperienza per sviluppare negli studenti maggiori competenze scientifiche avvicinandoli alla materia in maniera più coinvolgente, promuovendo l'utilizzo delle competenze sviluppate a scuola, per affrontare problemi e compiti analoghi nella vita reale.

Musica ed Espressività

E' opinione condivisa dagli educatori che l'avvicinamento del bambino alla musica debba essere il più possibile precoce: i bambini possono essere proficuamente stimolati e motivati fin dall'avvio del proprio percorso scolastico all'apprendimento musicale, attraverso un approccio alla didattica innovativo, ludico e sperimentale. Le attività musicali ed espressive teatrali favoriscono l'acquisizione di strategie funzionali allo sviluppo dell'autonomia, dell'autocontrollo e dell'autoregolazione, insieme all'acquisizione di strategie efficaci per imparare ad esprimere positivamente i propri stati emotivi ed implementare quindi l'autonomia relazionale.



Potenziamento dell'eccellenza

Si avverte da tempo l'esigenza di valorizzare con opportune iniziative gli alunni più meritevoli. Fermo restando che è sempre cura dei docenti stimolare e incoraggiare il raggiungimento di risultati eccellenti, si intende dare visibilità alle iniziative già sperimentate, ma anche organizzarne e pubblicizzarne di nuove.

Plurilinguismo

Entro un contesto socio-culturale che si va rapidamente aprendo alle varie aree del mondo, diventa necessario far acquisire agli alunni una competenza plurilingue e pluriculturale che consenta l'interazione, il confronto, il dialogo in contesti diversi. In quest'ottica assume una particolare valenza educativa l'approfondimento delle lingue comunitarie, in particolar modo di quella inglese, che forniscono stimoli e strumenti per consolidare nei ragazzi il senso dell'appartenenza e della cittadinanza europee.

Informatica e multimedialità

Nell'ambito di questa area si opererà, grazie anche alla figura dell'Animatore Digitale e al responsabile PON, per migliorare le competenze di base informatiche sia dei docenti che degli allievi. Ciò avverrà attraverso l'attivazione di corsi che introdurranno alla conoscenza delle principali applicazioni da utilizzare in classe, agli strumenti di condivisione e repository di documenti, forum, blog e aule virtuali.

PON-Rete Lan e Wlan

Il nostro Istituto Comprensivo, grazie al buon esito della partecipazione al bando Progetto PON/FESR Prot.n. AOODGEFID/9035 Roma, 13 luglio - rivolto alle Istituzioni scolastiche statali per la realizzazione, l'ampliamento o l'adeguamento delle infrastrutture di rete LAN/WLAN, ha potuto beneficiare dei fondi PON 2014-2020.



Servizio Tecnico I.C. Randi ©

Permalink: scuola secondaria randiData di pubblicazione: 05/10/2015
Tag: Scuola secondaria RandiData ultima modifica: 28/06/2019 16:30:41
Visualizzazioni: 7942 
Top news: NoPrimo piano: No

 Feed RSSStampa la pagina 
HTML5+CSS3
Copyright © 2007/2020 by www.massimolenzi.com - Credits
Utenti connessi: 2128
N. visitatori: 3682948